Shopping Cart -

Your cart is currently empty.
Upgrade to today
for only an extra Cxx.xx

You get:

plus This issue of xxxxxxxxxxx.
plus Instant access to the latest issue of 340+ of our top selling titles.
plus Unlimited access to 29000+ back issues
plus No contract or commitment. If you decide that PocketmagsPlus is not for you, you can cancel your monthly subscription online at any time. Auto-renews at $14.99 per month, unless cancelled.
Upgrade for $1.48
Then just $14.99 / month. Cancel anytime.
Learn more
This website use cookies and similar technologies to improve the site and to provide customised content and advertising. By using this site, you agree to this use. To learn more, including how to change your cookie settings, please view our Cookie Policy
Pocketmags Digital Magazines
AU
Pocketmags Digital Magazines
   You are currently viewing the Australia version of the site.
Would you like to switch to your local site?
Read anywhere Read anywhere
Ways to pay Pocketmags Payment Types
Trusted site
At Pocketmags you get
Secure Billing
Great Offers
Web & App Reader
Gifting Options
Loyalty Points

I COME E I PERCHÉ DELL’ITALIANO 60

Scrivo a mente fredda dopo aver valutato attentamente quanto accaduto nel corso della prima prova del Campionato Italiano ACI Karting che si è svolta a Siena. Nell’intero fine settimana si sono verificati episodi in pista che hanno falsato l’andamento delle regolari competizioni e messo a dura prova la sicurezza degli atleti impegnati in pista. Parto dall’episodio che più direttamente mi ha coinvolto in quanto relativo a mia figlia Sofia, iscritta nella categoria 60 Mini. Durante una delle manche, mia figlia Sofia è stata infatti vittima di un incidente che accende, insieme ad altri, i riflettori su di una situazione che non può passare inosservata.

I punti su cui occorre fare chiarezza sono principalmente due: la professionalità del personale che deve sovrintendere il corretto svolgimento delle gare e le responsabilità diretta e indiretta riguardo l’accaduto dei piloti e dei relativi entourage (genitori/team). Come spesso accaduto in 20 anni di gare, ho nuovamente potuto toccare con mano la frequente superficialità di molti addetti ai lavori anche in circostanze in cui la sicurezza dovrebbe avere la priorità su tutto e su tutti.

READ MORE
Purchase options below
Find the complete article and many more in this issue of Vroom Italia - n. 346 Giugno 2018
If you own the issue, Login to read the full article now.
Single Digital Issue
n. 346 Giugno 2018
$2.99
This issue and other back issues are not included in a new Vroom Italia subscription. Subscriptions include the latest regular issue and new issues released during your subscription.

View Issues

About Vroom Italia

In questo numero: FRANCIA-ITALIA 2-0 Iglesias in KZ e Renaudin in KZ2, entrambi motorizzati Tm, si aggiudicano la prima prova dell’europeo a Salbris (F). La compagine a zzurra tiene ancora vive le chance per la conquista del titolo continentale grazie ad Ardigò salito sul podio della classe regina. Mentre Piccini, Longhi e Pollini sono in corsa per ribaltare il risultato in KZ2, nella decisiva gara di ritorno, il 15 luglio a Lonato. Riusciranno i nostri piloti a sconfiggere i cugini francesi? Comunque vada è un appuntamento da non perdere! RACING CAMPIONATO EUROPEO CIK FIA KZ-KZ2 CAMPIONATO EUROPEO CIK FIA OK-OKJ CAMPIONATO ITALIANO ACI KARTING ROK CUP & EASYKART ROTAX ITALIA INTERVISTE GIOVANNI CORONA FELIPE MASSA TERRY FULLERTON PRESA DIRETTA LA POSTA DEI LETTORI WATER TEST PROVIAMO LE POMPE