Shopping Cart -

Your cart is currently empty.
This website use cookies and similar technologies to improve the site and to provide customised content and advertising. By using this site, you agree to this use. To learn more, including how to change your cookie settings, please view our Cookie Policy
Pocketmags Digital Magazines
AU
Pocketmags Digital Magazines
   You are currently viewing the Australia version of the site.
Would you like to switch to your local site?
Read anywhere Read anywhere
Ways to pay Pocketmags Payment Types
Trusted site
At Pocketmags you get
Secure Billing
Great Offers
Web & App Reader
Gifting Options
Loyalty Points

La matassa OK

Le categorie OK nazionali non decollano, tanto che nel Campionato Italiano Aci Karting non sono nemmeno state inserite. Qual è la ragione di questo ostracismo verso quello che avrebbe dovuto essere il kart del grande rilancio, in un momento in cui anche la KZ inizia a soffrire un calo di iscritti?
Dopo una prima fase di rodaggio per piloti e motoristi, la OK ha mostrato eccellenti doti di aidabilità, prestazioni eccezionali e una grande capacità formativa. Peccato che la federazione italiana la stia snobbando.

Questa storia aleggia nei paddock già da diverso tempo. Dopo un discreto interesse iniziale per la OK, i piloti hanno iniziato ad allontanarsi da questa categoria e, addirittura, in federazione hanno ben pensato di non inserire OK e OKJ nell’ambito del Campionato Italiano CSAI. Anche noi ci siamo posti delle domande per capire cosa stia succedendo e perché c’è questa disafezione da parte dei piloti, dirottati verso i vari campionati monomarca. Eppure i kart sono velocissimi (gli OK, in certe piste, vanno forte quanto i KZ), piacevoli da guidare, formativi. Si tratta di problemi tecnici, organizzativi, economici o una serie di fattori contingenti? Per capire cosa sta realmente accadendo, e per trovare una soluzione al problema, abbiamo interpellato piloti, costruttori e preparatori cercando le ragioni di questo ostracismo.

READ MORE
Purchase options below
Find the complete article and many more in this issue of Vroom Italia - n. 359 Luglio 2019
If you own the issue, Login to read the full article now.
Single Issue - n. 359 Luglio 2019
$2.99
Or 299 points

View Issues

About Vroom Italia

In questo numero: Esito Beffardo L’epilogo dell’Europeo della classe regina della 125 a marce a Sarno è risultato a dir poco rocambolesco. Abbasse, Viganò e Irlando sbattono e il titolo della KZ finisce tra le mani di Jorrit Pex che precede di un solo punto Camplese, vincitore della finale. RACING CAMPIONATO EUROPEO FIA KARTING KZ-KZ2 CAMPIONATO EUROPEO FIA KARTING OK-OKJ CAMPIONATO ITALIANO ROK CUP PRIMO PIANO CATEGORIE OK NAZIONALI L'OPINIONE... IN VOLT IL RISPARMIO VA PONDERATO SPAZIO SOCIAL ALESSANDRO MANETTI LEGEND Flexo Karts OFFICINA IL RAFFREDDAMENTO NEL MOTORE 2 TEMPI VINTAGE VIII ASI GO KART SHOW