GB
You are currently viewing the United Kingdom version of the site.
Would you like to switch to your local site?
  
Latest Issue

Automobilismo d'Epoca Magazine Automobilismo d'Epoca 12-12-1-13 Back Issue

Italian 0 Reviews   •  Italian   •   Aviation & Transport (Automotive)
Le gare automobilistiche hanno sempre richiesto investimenti notevoli, ma negli anni ’70 non c’era la specializzazione di oggi e si correva con tutto, comprese le tranquille berline di famiglia. La Fiat 128 è stato un classico esempio di questo costume. Appena nata, la prima trazione anteriore torinese fu subito protagonista tra i cordoli e nelle officine dei preparatori, che ne tirarono fuori potenze incredibili. Ne abbiamo ritrovata una con pedigree, che Automobilismo d’Epoca propone in copertina.

E un numero, l’ultimo del 2012, ricco di argomenti sportivi: l’Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione è uno di questi. Fu realizzata, nel solco della gruppo A per il Superturismo, a fine anni ’80 in 500 esemplari per avere l’omologazione a disputare il Campionato del Mondo Turismo, superando i 400 CV di potenza.

Anche la guida all’acquisto di questo mese su Automobilismo d’Epoca è dedicata a una piccola grande sportiva: l’Alfa Romeo Giulietta (Giulia) Sprint. Un modello da intenditori per tecnica, estetica e importanza storica, ricca di aneddoti. Uno su tutti: uscì prima della corrispettiva berlina.

Un’altra sportiva italiana con una storia molto interessante è la Abarth Simca 2000, che sotto una linea da Fiat 850 allungata nascondeva prestazioni fuori dal comune. E’ stata inoltre la prima Abarth sulla base di un’auto non italiana, bensì francese.

Molto ricca la parte dedicata allo sport, con le gare (Luigi Musso Historic GP, Dix Mille Tours al Castellet) e i personaggi: l’avvincente storia del pilota-costruttore Berardo Taraschi e un’intervista eccezionale: Luca Cordero di Montezemolo.

Non manca poi la parte pratica, dedicata alla tecnica, la manutenzione e le quotazioni con i valori di mercato di 2150 modelli.
read more read less

Automobilismo d'Epoca

Automobilismo d'Epoca 12-12-1-13 Le gare automobilistiche hanno sempre richiesto investimenti notevoli, ma negli anni ’70 non c’era la specializzazione di oggi e si correva con tutto, comprese le tranquille berline di famiglia. La Fiat 128 è stato un classico esempio di questo costume. Appena nata, la prima trazione anteriore torinese fu subito protagonista tra i cordoli e nelle officine dei preparatori, che ne tirarono fuori potenze incredibili. Ne abbiamo ritrovata una con pedigree, che Automobilismo d’Epoca propone in copertina. E un numero, l’ultimo del 2012, ricco di argomenti sportivi: l’Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione è uno di questi. Fu realizzata, nel solco della gruppo A per il Superturismo, a fine anni ’80 in 500 esemplari per avere l’omologazione a disputare il Campionato del Mondo Turismo, superando i 400 CV di potenza. Anche la guida all’acquisto di questo mese su Automobilismo d’Epoca è dedicata a una piccola grande sportiva: l’Alfa Romeo Giulietta (Giulia) Sprint. Un modello da intenditori per tecnica, estetica e importanza storica, ricca di aneddoti. Uno su tutti: uscì prima della corrispettiva berlina. Un’altra sportiva italiana con una storia molto interessante è la Abarth Simca 2000, che sotto una linea da Fiat 850 allungata nascondeva prestazioni fuori dal comune. E’ stata inoltre la prima Abarth sulla base di un’auto non italiana, bensì francese. Molto ricca la parte dedicata allo sport, con le gare (Luigi Musso Historic GP, Dix Mille Tours al Castellet) e i personaggi: l’avvincente storia del pilota-costruttore Berardo Taraschi e un’intervista eccezionale: Luca Cordero di Montezemolo. Non manca poi la parte pratica, dedicata alla tecnica, la manutenzione e le quotazioni con i valori di mercato di 2150 modelli.


SELECT FORMAT:
Instant Access

Available Digital Offers:

Single Digital Back Issue Automobilismo d'Epoca 12-12-1-13
 
£3.99 / issue
This issue and other back issues are not included in a Automobilismo d'Epoca subscription. Subscriptions include the latest regular issue and new issues released during your subscription and start from as little as
Unfortunately this title no longer publishes new issues. You can still buy back issues, or scroll down to view other titles you might be interested in.
View all offers + View more offers + Hide extra offers - Savings are calculated on the comparable purchase of single issues over an annualised subscription period and can vary from advertised amounts. Calculations are for illustration purposes only. Digital subscriptions include the latest issue and all regular issues released during your subscription unless otherwise stated. Your chosen term will automatically renew unless cancelled in the My Account area upto 24 hours before the end of the current subscription.

Issue Cover

Automobilismo d'Epoca  |  Automobilismo d'Epoca 12-12-1-13  


Le gare automobilistiche hanno sempre richiesto investimenti notevoli, ma negli anni ’70 non c’era la specializzazione di oggi e si correva con tutto, comprese le tranquille berline di famiglia. La Fiat 128 è stato un classico esempio di questo costume. Appena nata, la prima trazione anteriore torinese fu subito protagonista tra i cordoli e nelle officine dei preparatori, che ne tirarono fuori potenze incredibili. Ne abbiamo ritrovata una con pedigree, che Automobilismo d’Epoca propone in copertina.

E un numero, l’ultimo del 2012, ricco di argomenti sportivi: l’Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione è uno di questi. Fu realizzata, nel solco della gruppo A per il Superturismo, a fine anni ’80 in 500 esemplari per avere l’omologazione a disputare il Campionato del Mondo Turismo, superando i 400 CV di potenza.

Anche la guida all’acquisto di questo mese su Automobilismo d’Epoca è dedicata a una piccola grande sportiva: l’Alfa Romeo Giulietta (Giulia) Sprint. Un modello da intenditori per tecnica, estetica e importanza storica, ricca di aneddoti. Uno su tutti: uscì prima della corrispettiva berlina.

Un’altra sportiva italiana con una storia molto interessante è la Abarth Simca 2000, che sotto una linea da Fiat 850 allungata nascondeva prestazioni fuori dal comune. E’ stata inoltre la prima Abarth sulla base di un’auto non italiana, bensì francese.

Molto ricca la parte dedicata allo sport, con le gare (Luigi Musso Historic GP, Dix Mille Tours al Castellet) e i personaggi: l’avvincente storia del pilota-costruttore Berardo Taraschi e un’intervista eccezionale: Luca Cordero di Montezemolo.

Non manca poi la parte pratica, dedicata alla tecnica, la manutenzione e le quotazioni con i valori di mercato di 2150 modelli.
read more read less
Nata nel 2003 è già un successo. Il riconoscimento dei maggiori esperti del settore e l’apprezzamento dei lettori hanno convinto la Casa editrice a farlo diventare prima un bimestrale e, a partire dal 2006, un mensile.
Automobilismo d’Epoca oltre ad offrire un’accurata selezione di vetture d’epoca (con ampio spazio alle immagini e agli approfondimenti tecnici) si presenta come un prezioso prontuario con guide all’acquisto, suggerimenti per i restauri, specialisti di riferimento, quotazioni e calendari di appuntamenti per gli appassionati. Il tutto affrontato con uno stile giovane e dinamico, inedito nel settore, e con lo stesso rigore, la competenza e l’autorevolezza di Automobilismo e Motociclismo.
Grazie all’esclusivo e ricchissimo archivio di immagini e articoli della rivista madre Automobilismo, è in grado di realizzare un magazine di altissimo livello con notizie, fotografi e, personaggi, gare storiche e ovviamente auto d’epoca per soddisfare le esigenze sia di neofi ti sia di appassionati più competenti.

As a subscriber you'll receive the following benefits:


•  A discount off the RRP of your magazine
•  Your magazine delivered to your device each month
•  You'll never miss an issue
•  You’re protected from price rises that may happen later in the year

You'll receive 12 issues during a 1 year Automobilismo d'Epoca magazine subscription.

Note: Digital editions do not include the covermount items or supplements you would find with printed copies.

Your purchase here at Pocketmags.com can be read on any of the following platforms.


You can read here on the website or download the app for your platform, just remember to login with your Pocketmags username and password.

Apple Pocketmags Online Pocketmags Google Pocketmags
The Pocketmags app runs on all iPad and iPhone devices running iOS 13.0 or above, Android 8.0 or above and Fire Tablet (Gen 3) or above. Our web-reader works with any HTML5 compatible browser, for PC and Mac we recommend Chrome or Firefox.

For iOS we recommend any device which can run the latest iOS for better performance and stability. Earlier models with lower processor and RAM specifications may experience slower page rendering and occasional app crashes which are outside of our control.
N/A
Based on 0 Customer Reviews
5
0
4
0
3
0
2
0
1
0
View Reviews